Circostanza n°3
15580
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-15580,bridge-core-2.3.3,ehf-template-bridge,ehf-stylesheet-bridge-child,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-,qode-theme-ver-21.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-15372
Circostanza n° 3

28 febbraio
ore 10 appuntamento piazza di Porta Maggiore

Lungo la via Felice verso la Cittadinanza Planetaria
Itinerante dall’ex Pantanella ai giardini di piazza Vittorio Emanuele II

Per partecipare inviare un’email a labstalker@gmail.com, grazie!

Ci muoveremo a piedi lungo quella che fu la via Felice, tra Porta Maggiore e Santa Maria Maggiore, lungo la quale si aprivano ville sontuose, conventi, orti, vigne e giardini di delizie di quella che fu la città più bella del mondo. Un patrimonio cancellato dalla speculazione edilizia della Roma Umbertina con i suoi estranei e altisonanti toponimi reali. Nomi estranei ai colori e ai profumi non più stranieri che vi abitano oggi e dimentichi delle sofferte memorie di quanto lì ha avuto realmente luogo ma non ancora nome. Ripercorreremo trent’anni di lotte contro l’esclusione, la discriminazione e il razzismo: dallo sgombero, il 31 gennaio 1991 della Pantanella, della morte per freddo di Sher Kan e di troppi altri a Piazza Vittorio all’uccisione di Willy Duarte. Porteremo con noi la speranza di una Cittadinanza finalmente Planetaria, come quella che, solo nella storia, Caracalla seppe promulgare nel 212 d.C.. Cammineremo attraverso i luoghi delle lotte, delle sofferenze e delle gioie, dei ricordi e dei desideri che possono oggi restituirci la prospettiva di una via Felice da percorrere, finalmente a piedi, in un rinato ambiente naturale, ricco di frutti e di memorie.Con la partecipazione di Women Crossing, Valentina Manduchi, Stefania Placidi, Ziad Trabelsi e Houcine Ataa, altri ancora; in collaborazione con AMM (Archivio Memorie Migranti), CivicoZero onlus, progetto Città-Mondo (European Solidarity Corps), Mad’O (Museo dell’Atto di Ospitalità), ZaLab.

La circostanza è parte de LA ZATTERA. Alla deriva tra storie e immaginari della città invisibile (Roma 1870-2020) progetto triennale proposto da Stalker di coinvolgimento pubblico tra ricerca artistica ed esplorazione urbana e sociale per la realizzazione di un’opera artistica, la Zattera: archivio mobile per la raccolta delle memorie disperse e rimosse di quanti, invisibili, hanno abitato informalmente la città nei 150 anni di Roma capitale, di chi ne ha testimoniato la realtà e delle esperienze di innovazione sociale che hanno generato.

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali.

Il Programma

Atto I: 16 gennaio – 28 febbraio 2021

……………………..

Centro studi:
NoWorking, via dei Lucani 37

Biblioteca e archivio, aperto tutti giorni dalle 10 alle 19, eccetto il sabato e in coincidenza con gli appuntamenti pubblici; su prenotazione a labstalker@gmail.com max 5 persone alla volta.

……………………..

Le Circostanze:

La circostanza è una pratica di coinvolgimento creativo di Stalker, tesa a mantenere operante il carattere di disadattamento ai luoghi attraversati che diviene posizione da cui agire/pensare il possibile generato dal riemergere di memorie perdute.

Circostanza n.1 

31 gennaio ore 10-13
appuntamento piazzale della stazione Prenestina

L’esodo dei romani : Borghetto Prenestino
da stazione Prenestina a Parco Pasolini (ex Borghetto Prenestino) (5° municipio)

Circostanza n.2 

14 febbraio ore 10-13
appuntamento via Saracinesco

Il selvatico attraversa Roma: Mundus Subterraneus
Da parco Somaini a Parco di Centocelle

Circostanza n.3 

28 febbraio ore 10-13
appuntamento piazza di Porta Maggiore

Lapidarium: una targa per la Cittadinanza Planetaria
Dalla ex Pantanella ai giardini Nicola Calipari

Gli incontri del sabato:

Attività pubbliche: modalità on line
diretta streaming su canale FB: @Stalker/Noworking
ore 11-13

16 gennaio

La storia delle migrazioni: quale uso pubblico? Michele Colucci (CNR-ISMed)
La memoria del presente: perché archiviare memorie migranti?

Alessandro Triulzi (Archivio Memorie Migranti)

23 gennaio 

Il borghetto Prenestino e la questione della casa e delle baracche a Roma
Luciano Villani

6 febbraio

Presentazione del libro
Hotel Penicillina – Storia della grande fabbrica diventata rifugio per invisibili, Infinito edizioni, 2020
alla presenza degli autori Andrea Turchi, Anna Ditta e Marco Passaro

20 febbraio 

Dalla Città di Cristallo (Shish Mahal, 1990) alle lotte bracciantili nella pianura pontina e in India.
Cad’O, verso una Casa dell’Ospitalità: Incontro con le comunità del subcontinente indiano.

In collaborazione con il progetto Città-mondo (European Solidarity Corps)

25 febbraio ore 18 

Contro l’immigrazione in città: le politiche di controllo urbano in chiave storica

Stefano Gallo (CNR -ISMed)

MOSTRA  FINALE:

18 febbraio ore 18
Civico Zero, via dei Bruzi 10

Verso la costruzione della Zattera
a cura di NoWorking Media Lab

Sarà possibile visitare l’esposizione su prenotazione a civicozero@civicozero.eu

…………………..

Attività collaterali:

13 febbraio ore 17

Attività pubblica modalità mista:
online e in presenza presso il Circolo Scandinavo, via della Lungara 231 (1° municipio)
(su prenotazione labstalker@gmail.com, posti limitati)

160* del Circolo Scandinavo a Roma: il valore e significato del viaggio d’artista a Roma nella storia e oggi

Incontro della Scuola di Urbanesimo Nomade con la direttrice Marie Kraft

21 febbraio ore 11 

Attività pubblica modalità: online

Conferenza nell’ambito della programmazione del Rif, Museo delle Periferie

Il Latium spazio tempo poetico sopravvissuto tra le pieghe di Roma Contemporanea (1870-2020)
Lorenzo Romito

La mappa Roma ForEst